9 alimenti responsabili del cattivo odore corporeo

9 alimenti responsabili del cattivo odore corporeo

5723
0
SHARE

Molti pensano che il sudore sia la causa principale del cattivo odore corporeo: contiene vari tipi di germi, sporcizia e i composti di certi alimenti che includiamo nella nostra dieta.

Sono proprio gli alimenti a determinare un eccesso di acidità nell’organismo e, dato che ne alterano il pH, rendono difficile l’espulsione delle tossine responsabili del cattivo odore.

Inoltre, alcuni ingredienti sono ricchi di sostanze forti che si eliminano con il sudore o che causano alito cattivo.

Li conoscete?

1. Aglio
aglio
C’è chi preferisce evitare il consumo di aglio, dato che il forte odore tende a lasciare l’alito cattivo per molte ore.

Inoltre, i composti solforosi volatili dell’aglio sono responsabili del cattivo odore di sudore. Queste sostanze vengono assorbite dal sangue e dai polmoni dopo il processo digestivo, perciò l’alito e la pelle emanano cattivo odore.

Vi consigliamo di leggere anche: 5 cose che il sudore dice sulla salute

2. Zucchero raffinato
Le gomme da masticare e qualsiasi altro prodotto a base di zuccheri raffinati alterano l’acidità e la temperatura del corpo, provocando odori sgradevoli.

I batteri si alimentano di dolci e, a causa della loro proliferazione eccessiva, la fermentazione accelera e l’odore corporeo si fa sempre più forte.
3. Condimenti
spezie
Condimenti e spezie come il curry e il cumino tendono a provocare l’alitosi e il cattivo odore corporeo, perché, una volta digeriti, generano gas solforosi che vengono eliminati attraverso i pori della pelle.

Anche se nella maggior parte dei casi questi condimenti vengono assorbiti correttamente, alcuni rimangono nel flusso sanguigno e vengono eliminati successivamente, attraverso la pelle.

4. Olio idrogenato
Gli oli idrogenati sono quelli che vengono utilizzati nella preparazione di cibi spazzatura, fritture e prodotti da forno, tra i tanti.

Non solo causano problemi di sovrappeso, ma sono anche relazionati al cattivo odore emanato dal corpo.

Sembra che i grassi di questi oli ostacolino la digestione e interagiscano negativamente con gli altri alimenti che vengono assorbiti nell’intestino.

5. Insaccati
insaccati
Il patè, le salsicche, i würstel, la pancetta e qualsiasi altro tipo di insaccato aumentano il grado di acidità nello stomaco e determinano la presenza di gas.

La decomposizione di questi alimenti durante la digestione è molto lenta e, a causa della contenuto di grassi e sostanze chimiche, questi prodotti alterano le funzioni metaboliche che aiutano ad eliminare le tossine.

6. Carni rosse
Le proteine presenti nelle carni rosse sono molto difficili da digerire nell’intestino e, dato che vi rimangono vari giorni, c’è un alto rischio di putrefazione e di cattivi odori corporei.

Le persone che consumano poche porzioni di carne rossa alla settimana hanno un odore di sudore meno forte e meno abbondante rispetto a chi la mangia tutti i giorni.

Inoltre, ridurre il consumo di carni rosse evita anche la flatulenza, l’infiammazione addominale e la stitichezza.

7. Asparagi
asparagi
Anche se sono considerati un alimento molto salutare, gli asparagi possono causare un odore acido e forte dell’urina, per via della loro naturale decomposizione.

Questo effetto interessa solo alcune persone perché, in base alla variazioni genetiche, la capacità di produrre e percepire gli odori varia da individuo a individuo.

8. Bevande alcoliche
Le persone che consumano bevande alcoliche in eccesso emanano un cattivo odore per quanto riguarda la pelle e l’alito. L’organismo considera l’alcol come una tossina e, quindi, il fegato è l’organo incaricato di metabolizzarlo.

Il 90% si trasforma in acido acetico, una sostanza non tossica che viene eliminata assieme ai liquidi e ai sali del corpo.

La parte restante, che rimane nel flusso sanguigno, viene eliminata attraverso i polmoni con la respirazione o attraverso i pori della pelle con il sudore.

Vi consigliamo di leggere anche: 5 consigli per proteggere il fegato dai danni causati dall’alcol

9. Cipolla
cipolle
I batteri degradano gli amminoacidi di zolfo della cipolla, generando sostanze volatili maleodoranti come il solfuro di idrogeno, il metantiolo e il solfuro dimetile

Questi composti solforosi entrano nel flusso sanguigno e arrivano alla bocca, allo stomaco, all’intestino e al fegato. Raggiungono anche gli alveoli polmonari e, se si accumulano in grandi quantità, generano un cattivo odore molto forte quando sono espulsi con la respirazione.

Quindi, se continuate ad emanare un cattivo odore corporeo, nonostante abbiate una buona igiene personale e godiate di buona salute, è probabile che alcuni alimenti della vostra dieta contribuiscano a peggiorare questo problema.

fonte

9 alimenti responsabili del cattivo odore corporeo

Commenta