“Aiuto, mio figlio non respira”: interviene un agente –

“Aiuto, mio figlio non respira”: interviene un agente –

5640
0
SHARE

Nei giorni scorsi, Chase Miller, un agente della polizia di Granbury, capoluogo della contea di Hood, nel Texas, aveva risposto ad una chiamata al 911 di una madre disperata perché suo figlio Brayden aveva smesso all’improvviso di respirare. Da quanto ricostruito, l’agente aveva ricevuto poco prima la segnalazione di un bambino piccolo che non respirava più. Ha subito capito di essere in zona e che sarebbe arrivato sul posto prima di qualsiasi ambulanza. Si è così precipitato sul posto e per lunghi interminabili minuti ha provato a rianimare il bambino, sotto gli occhi attoniti dei genitori. Grazie all’intervento di Chase Miller, il piccolo è stato portato in vita in ospedale e si è salvato.

Come si vede nel video, l’agente a un certo punto si allontana dal piccolo, spiega al padre come deve proseguire e con tutta probabilità chiama altri soccorsi. Qualche giorno dopo all’agente, che ha 27 anni, è stato consegnato un premio per lo sforzo profuso nell’opera di soccorso del piccolo Brayden. Inoltre, la famiglia ha voluto ringraziare pubblicamente il giovane poliziotto. Le immagini sono divenute virali in tutto il mondo e hanno in qualche modo rilanciato la figura delle forze dell’ordine negli Usa, troppo spesos in questi ultimi tempi sotto il fuoco incrociato delle polemiche.

fonte

“Aiuto, mio figlio non respira”: interviene un agente – VIDEO

Commenta