Detossinare il tuo corpo immediatamente se nota uno qualsiasi di questi 9 SEGNALI DI AVVERTIMENTO

Molti pensano che sia necessario disintossicare il corpo solo quando si manifestano gravi disturbi per i quali la medicina ufficiale non offre soluzioni. Il mantenimento di un corpo sano e disintossicato è tuttavia di vitale importanza proprio per evitare che l’accumulo di tossine provochi l’insorgenza di malattie.

Ma come cominciare a disintossicarsi ?
E’ importante non scoraggiarsi, e considerare il processo di disintossicazione come un’opportunità per esplorare se stessi e imparare ad amare il proprio corpo. Dobbiamo inoltre prendere coscienza del fatto che il processo di disintossicazione riguarda sia il corpo che la mente (acquisire le giuste informazioni sulla vita, la Salute e la malattia).
A livello fisico per disintossicarsi si deve cominciare evitando tutto ciò che l’organismo non richiede o non può usare per il suo sostentamento e/o per la sua Perfetta Salute.
La disintossicazione deve prevedere: Bere giornalmente almeno 1 lt. di acqua distillata o quella che esce da un depuratore ad osmosi inversa con un minimo di pH 7,5 e/o Digiuno (minimo 3 giorni) od alimentazione a base di sola frutta e verdura cruda, per il tempo necessario alla disintossicazione (che puo’ variare fra i 2 mesi ed i 6 mesi) + Bagno turco o sauna ad infrarossi + vitamine (fra queste e’ importante anche la Niacina) e minerali, seguita da una appropriata alimentazione vegetariana, specie e sopratutto il Crudismo e l’idro colon terapia. + supplementazione, alla fine del periodo di disintossicazione di fermenti lattici ed enzimi (specie il Q10) per il ripristino della flora batterica intestinale.
Un antico detto ricorda che: “una mela al giorno toglie il medico di torno”; cosa significa ? NON significa certo e solo di mangiare la mela dopo un pasto, ma di mangiare “solo una mela al giorno” (digiuno totale di proteine), per un certo periodo di tempo.

IMPORTANTE:
Sciacqui (Oil pulling – OilPulling) orali di olio di girasole, di cocco, o di sesamo (ovviamente biologici e non trattati) per disintossicarsi e disinfiammare i tessuti e gli organi anche e soprattutto le gengive – vedi: QUI le modalita’ per effettuarla
Il movimento dell’olio di girasole in bocca dovuto alla pratica del risciacquo orale (per non piu’ di 20 minuti come max), provoca un marcato irroramento della mucosa e dei tessuti.
Vitamine e minerali dell’olio di girasole possono venire in parte assorbiti dalle membrane delle mucose (anche se la quantità sia contenuta, che assorbita è limitata), ma soprattutto e contemporaneamente i semi oleosi assorbono le tossine dai colli di denti e gengive e le rimuovono, facendole eliminare dal corpo in vari modi.
NOTA BENE:
Fate attenzione, perche’ questa terapia e’ molto forte e quindi in alcuni individui scatena dei sintomi che possono spaventare colui che la pratica, ma siate prudenti se questi sintomi sono troppo forti, riducete i tempi dello sciacquo e/o da tutti i giorni ad ogni due o tre giorni, in modo da poter sopportare i sintomi che verranno evidenziati per le tossine e le infiammazioni accumulate, che andranno in circolo nel corpo e che creeranno quei malesseri che poi passano una volta eliminate.

Per la Disintossicazione da radiazioni nucleari, radioattive, vedere qui.
La Sauna ed il Bagno turco (di vapore) ed il Crudismo + micro diete, enzini, fermenti lattici, carbone vegetale, fior di zolfo in certi casi, sono le tecniche per eccellenza per disintossicare l’organismo da qualsiasi sostanza tossica, anche nucleare !

Durante la tecnica di disintossicazione, deionizzazione, disinfiammazione e’ opportuno fornire all’organismo, Fermenti lattici multibatterici, enzimi, prodotti dell’Alveare (miele, pappa reale, propolis) ed aceto di mele con miele (1 cucchiaino di uno e dell’altro);
Una delle cose fondamentali per tentare di guarire da qualsiasi malattia anche e non solo dal cancro, ed eliminare tutti i denti devitalizzati, cause di infiammazioni ed intossicazioni gravi, nei tessuti del corpo umano a seconda del soggetto:
vedi QUI in Materiali dentali

Una sostanza molto utile per disintossicarsi, specie se si tratta di sintomi (malattia) importante anche degenerativa, e’ l’Ascorbato di Potassio alla Vitamina C.
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica.

vedi:
Intossicazione + Infiammazione + Acqua salubre + Clistere casalingo a base di caffe’ + Fegato e Bile + Circolazione Sanguigna (arteriosclerosi, aterosclerosi, ecc)+ Crudismo + Circolazione, depurazione + Glutatione + Colesterolo, arteriosclerosi + DIGESTIONE + Nutriterapia (disintossicazione forzata anche del fegato)

Qui trovate una terapia naturale per depurare molto bene il Fegato:

http://www.comemigliorare.com/lavaggio-epatico-come-depurare-il-fegato-per-migliorare-umore-e-benessere-generale/

Tutti i parassiti generano infiammazione !
Un ingrediente proveniente dall’artemisia usato per secoli nel sud della Cina per combattere la malaria, è ritenuto per ora la migliore cura naturale per questa malattia, dopo che alcune ricerche hanno dimostrato che è in grado di rimuovere velocemente i parassiti.

Esempio:
Meningoencefalite causata da Toxocara Canis
La Dr. Clark era stata derisa e oggetto di attacchi continui per le sue ricerche sui parassiti e su come agiscono in relazione alle nostre malattie.
Oggi sono disponibili sempre più articoli riguardo agli studi fatti su questo argomento.
Il link sotto (in inglese) ne contiene alcuni riguardo alla toxocara canis (ascaride del cane) e spiega come é coinvolto nella meningo-encefalite e altri problemi cerebrali sia nei bambini che negli adulti.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed?cmd=Link&dbFrom=PubMed&from_uid=14628955

Utile in questi casi l’utilizzo dello Zapper
Organi emuntori
Sono gli organi deputati all’eliminazione dei cataboliti, cioé degli “scarti” cellulari e metabolici, cioe’ le tossine.
Le tossine da eliminare sono essenzialmente di due tipi:
– endogene (cioè quelle prodotte da certi tipi di batteri, funghi (micotossine), cellule, tessuti, organi, come cataboliti da eliminare)
– esogene (cioè quelle provenienti dall’esterno come coloranti, eccipienti, conservanti alimentari, inquinamento atmosferico, ecc. )
Secondo il Dott. Reckewg, padre dell’omotossicologia, le tossine che si accumulano nel nostro organismo, se non eliminate nel piu’ breve tempo possibile, possono determinare le malattie, che altro non sono se non l’espressione della lotta del nostro organismo per compensare i danni provocati dalla presenza delle tossine stesse.

Quindi ogni sintomo cosi come tutte le altre falsamente e cosiddette malattie, derivano da un intossicazioni e da forti infiammazioni intestinale (specie del tenue) che dovendo uscire dall’organismo, per riportarlo in uno stato di salute, DEVONO utilizzare i normali canali emuntori (per mezzo della disintossicazione o depurazione che è un processo che avviene in due fasi:
1) attivazione degli organi emuntori che trasformano le tossine nella forma più adatta alla loro espulsione
2) eliminazione delle tossine dall’interno verso l’esterno del nostro corpo attraverso la diuresi e il sistema linfatico), quindi la pelle essendo uno di essi, viene utilizzata per l’eliminazione di tossine ed infiammazioni viscerali, formando sulla sua superficie alterazioni cutanee (furuncoli, vescichette, pustole, ecc.,); a cio’ contribuiscono oltre al sistema immunitario, ovviamente enzimi e batteri autoctoni, oltre allo scambio ed il ripristino termico e ionoelettronico corporeo fra viscere e pelle.
Bloccare questo processo con farmaci e’ altamente improducente, anzi esso va favorito seguendo le indicazioni della Med. Naturale.
Cio’ che i medici trovano nelle analisi del sangue del malato (ovviamente solo in quello dei malati, NON dei sani), sono tossine, (proteine tossiche, virus o batteri mutati).

Fondamentalmente, lo ripetiamo, il processo di depurazione, avviene, incessantemente, attraverso i cosiddetti “organi emuntori”, cioè quelle particolari strutture organiche atte ad eliminare le tossine dal nostro corpo e che sono riconducibili a:
– FEGATO: la centrale biochimica del nostro organismo.
Qualunque tossina penetri all’interno del nostro corpo, prima di essere eliminata, viene bio-trasformata dal fegato (alcool, alimenti raffinati, farmaci, vaccini…intossicano anche e soprattutto il fegato)
– PELLE: le tossine e le impurità, vengono fisiologicamente allontanate dagli organi “nobili” come cuore, reni, cervello, per essere compartimentalizzate e, successivamente eliminate attraverso la pelle dando spesso origine a sintomi come prurito, dermatiti, acne, furuncoli, ecc…(mai curare una dermatite con cortisone, significa rigettare dentro, ciò che il nostro corpo sta cercando di buttare fuori)
– SISTEMA LINFATICO: per usare un paragone, rappresenta lo “scarico delle immondizie” delle nostre cellule; la via, attraverso la quale i prodotti di scarto delle nostre cellule vengono veicolati verso il sangue, prima di essere eliminati dagli organi emuntori.
– RENI: filtra le scorie del sangue e le elimina tramite le urine.
Utile, al fine di stimolare la funzionalità renale, bere acqua minerale a basso residuo fisso, meglio se quasi distillate.

La depurazione è un processo che avviene in due fasi:
1 – attivazione degli organi emuntori che trasformano le tossine nella forma più adatta alla loro espulsione
2 – eliminazione delle tossine dall’interno verso l’esterno del nostro corpo attraverso la diuresi ed il sistema linfatico.
Gli organi emuntori primari deputati alla eliminazione di tutti i tipi di tossine presenti nel nostro organismo sono:
– Intestino, principalmente in quanto le stipsi, stitichezze, diarree, sono sintomi della cronica indigestione, del malassorbimento e quindi della cattiva nutrizione cellulare, e cio’ e’ dovuto ai gravi errori alimentari (consci od inconsci), e/o all’utilizzo di alimenti contaminati e/o da quelli industriali, che solo la giusta alimentazione crudista puo’ riordinare.
– Fegato, cistifellea, intestino, con l’evacuazione intestinale.

Per quanto riguarda l’attività dell’intestino meglio non affidarsi a lassativi, se non in stretti casi di necessità, ma regolarizzare con Aloe e Probiotici (fermenti lattici) ed alimenti crudi ed integrali o semi integrali ma e soprattutto con alimentazione crudista.
In certi casi e’ bene utilizzare il clistere.
I fermenti lattici (con capsule gastroresistenti) mantengono una buona attività intestinale, ripristinando la flora batterica autoctona, senza essere degradati nello stomaco dai succhi gastrici e ripristinano la funzionalità della flora batterica.
Si possono utilizzare per lunghi periodi con un conseguente miglioramento del drenaggio intestinale.
– Rene (con l’evacuazione per mezzo della diuresi-urina)
Quelli secondari che intervengono “in aiuto dei primari sono: (in questo caso si parla in questo caso di supplenza emuntoriale) sono:
– Polmone e sistema polmonare
– ORL (OtoRinoLaringoiatra), specialità medica riguardante l’orecchio, il naso, la faringo-laringe, tonsille, ghiandole salivari, la tiroide e paratiroidi, la bocca ed il collo.
– Pelle (strato basale, ghiandole sebacee, sudoripare), ghiandole lacrimali
– Utero/vagina
Vi sono poi gli emuntori patologici che entrano in funzione quando quelli fisiologici (sia primari che secondari)non funzionano più bene, esempio: fistole anali, epistassi, emorroidi sanguinanti, emorragie intermestruali ecc.

Una persona in buona salute riesce a depurarsi adeguatamente, per mezzo degli organi emuntori, se questi non vengono sovraccaricati per molto tempo, senza potersi liberare facilmente dalle tossine, cataboliti, detriti-scarti acidi, provenienti soprattutto dagli alimenti errati, farmaci, vaccini, radicali liberi, dal catabolismo cellulare e dallo stress cronico.

Gli scarti-detriti acidi, sono quelli che provengono da:
– Alimenti (alimenti acidi, cioè quelli che lasciano un residuo secco ricco di fosforo, zolfo e cloro; residui prodotti dal catabolismo delle proteine animali, carboidrati raffinati, grassi saturi….)
– Farmaci e Vaccini
– Ormoni
– Scorie della vita cellulare e dell’Apoptosi
– Sovraffaticamento fisico (nel muscolo vengono prodotti metabolici acidi: acido lattico, piruvico, anidride carbonica – e’ noto che in un individuo sano l’anidride carbonica viene eliminata dai polmoni e gli altri acidi vengono trasformati in energia, attraverso il processo di ossidazione nel ciclo di Krebs)
– stress (con conseguente produzione di cortisolo, ormone altamente immunodepressivo che provoca, se diviene cronico, la disgregazione tissutale nel timo e nei linfonodi, con la diminuzione del rapporto linfociti T-helper/T-suppressor, oltre all’inibizione della produzione delle cellule killer e dell’interferone)

L’eliminazione delle tossine dall’organismo, avviene soprattutto nella fase notturna, (il tessuto connettivo passa da una condizione di GEL a SOL – il contrario di quello che avviene durante il giorno) in caso di incapacità dell’organismo di eliminare completamente i residui acidi si va incontro a situazioni acute o croniche di acidosi tissutale (in questo caso il tessuto connettivo rimane rigido, in uno stato GEL)
Tutti gli acidi sono irritanti, aggressivi e richiedono all’organismo grandi quantità di ossigeno e sali minerali (che vengono prelevati dai tessuti – i quali andranno in carenza determinando una compromissione dei processi cellulari ed enzimatici), intossicando e degradando i tessuti, causando infiammazioni dolorose, indebolendo le mucose, le membrane cellulari, riducendo la capacita’ e la velocità degli scambi metabolici, alterando quindi le difese immunitarie e soprattutto stimolando il sistema simpatico fino al suo esaurimento e quindi creando malfunzione cronica, con tutte le conseguenze del caso, ovvero generando le piu’ svariate malattie.
Se non si eliminano quegli acidi, l’acidosi tissutale ne e’ la giusta conseguenza, il tessuto che compone le ghiandole endocrine, e/o qualsiasi organo emuntore e non, creando di conseguenza malfunzioni organiche e quindi sistemiche, cioe’ malattie anche gravi.

La chelazione dai metalli tossici contenuti in un’organismo è la captazione di un metallo-ione attraverso due radicali di una molecola. Il complesso così formato è stabile ed i metallo-ioni diventano inattivi.
Per essere eliminati, tuttavia, i complessi organico/metallo-ione che si costituiscono, devono essere elaborati dal rene e/o dal fegato e solo allora essi possono essere eliminati attraverso le urine e/o la bile.
La chelazione pero’ richiede sempre un superlavoro da parte dell’organismo, che deve quindi essere supportato opportunamente, con sostanze tipo vitamine ed enzimi, minerali, metalli antagonisti, preparati multibatterici ed una opportuna alimentazione crudista, per evitare peggioramenti specie nella fase di eliminazione delle sostanze tossiche dall’organismo, secondo la legge di autoguarigione.

IMPORTANTE: in certi casi, occorre anche utilizzare certe tecniche di disintossicazione con farmaci, tipo EDTA, oppure con certi speciali farmaci, e/o rimedi omeopatici chelanti.

vedi: Disintossicazione Omotossicologica + Omotossicologia + Specie Umana, Progetto 3M – PDF (attenzione a questo scritto, non fatevi prendere dai fondamentalismi)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
DRENAGGIO
Per drenaggio si intende un sistema (procedura fisiologica) od un apparecchiatura che consenta la fuoruscita dall’organismo di fluidi contenuti all’interno di sue strutture, tessuti e cavità naturali o neoformate, e depositi di tossine.

L’elemento principe che favorisce l’attività dei nostri organi emuntori e quindi il drenaggio, è l’acqua (*), specie se distillata oppure quelle ottenuta con un depuratore ad osmosi inversa, che ha il compito di sciogliere molte sostanze e le trasporta per tutto il corpo nutrendo le cellule ed isolando i rifiuti prodotti dal nostro metabolismo cellulare.

La circolazione permanente dell’acqua è regolata da un dispositivo abbastanza complesso che coinvolge i neurotrasmettitori, ovvero ormoni prodotti dal cervello, elementi minerali, organi filtranti ed escretori. Questo processo è molto importante e deve funzionare alla perfezione affinché il corpo possa liberarsi pian piano dalle tossine e dalle sostanze di rifiuto.
E’ consigliabile bere quel tipo di acque (*) anche prima di avvertire la sensazione di sete, perché essa ci avvisa della carenza di acqua nel nostro organismo ed è sconsigliabile bere altro poiché niente può sostituire l’acqua.
La quantità necessaria è all’incirca un litro e mezzo al giorno.

La tecnica del drenaggio: primo passo per il successo di ogni terapia omeopatica ed allopatica.
Drenaggio è un termine che in medicina riveste un significato molto ampio. Comunemente per drenaggio s’intende la pratica chirurgica finalizzata al mantenimento di una “via di uscita” pervia per l’eliminazione verso l’esterno di secrezioni biologiche patologiche. Diverso, e assai più ampio e complesso, è il significato che questo termine assume in medicina biologica.
In particolare in omeopatia e omotossicologia, il drenaggio è una vera e propria “filosofia terapeutica”.
In senso stretto drenaggio significa attivazione di tessuti od organi ad attività emuntoriale per l’escrezione aspecifica di fattori tossici. In quest’ottica, quindi, i farmaci drenanti possono essere considerati come rimedi che, in base alle proprie caratteristiche di composizione e struttura omeofarmacologica, possono svolgere, a seconda dei casi, funzione di stimolazione, modulazione, regolarizzazione dell’attività escretoria di organi emuntori.
FONTE http://www.mednat.org/cure_natur/disintossicazione.htm

Commenta

Lascia un commento