Ecco Cosa Mangiare Se Soffri Di Disfunzioni Alla TIROIDE

Ecco Cosa Mangiare Se Soffri Di Disfunzioni Alla TIROIDE

22918
0
SHARE

Il malfunzionamento della ghiandola tiroidea può comportare molti problemi per la salute. Tra questi ricordiamo i più comuni, quali il diabete, gli sbalzi di glicemia e di pressione arteriosa e le vertigini, a questi possono associarsi stress, irritabilità ed affaticabilità.

Alcuni alimenti però, possono aiutarci a mantenere il corretto funzionamento della tiroide.

Ma innanzitutto, cos’è la tiroide? 

Si tratta di una ghiandola situata nella parte anteriore del collo, importantissima per la produzione di due ormoni: T3 e T4.

Questi svolgono un ruolo fondamentale per il nostro organismo, andando a regolarne il metabolismo. Alcuni li hanno addirittura definiti dei “divoratori di grassi”.

Per sintetizzare questi ormoni, la tiroide ha bisogno di un minerale, lo iodio, contenuto nel sale marino, nel pesce ed in molti frutti di mare. Come tutti saprete, le persone che vivono lontane dal mare soffrono spesso di problemi tiroidei, proprio legati alla carenza di iodio.

Attraverso dei semplici esami del sangue è possibile valutare se i nostri livelli ematici di ormoni tiroidei sono nella norma (importanti sono i valori di T3, T4 e TSH).

I due problemi più comuni legati a questa importantissima ghiandola sono l’ipotiroidismo e l’ipertiroidismo, ovvero quando la tiroide secerne meno ormoni  parliamo di ipotiroidismo, mentre quando è più attiva e ne produce di più parliamo di ipertiroidismo.

In primo luogo è necessario che tu sappia da quale di queste disfunzioni  è affetta la tua

tiroide. Per questo motivo, qualsiasi misura tu prenda, c’è bisogno di un consulto medico, anche solamente per quanto riguarda l’alimentazione da seguire.

Partendo da questo presupposto, cerchiamo di capire quali cibi sono consigliabili per la tua situazione.  Se hai notato un dimagrimento eccessivo e costante, quindi una elevata perdita di peso corporeo, probabilmente si tratta di ipertiroidismo.

La tua ghiandola funziona troppo per questo è opportuno inserire nella dieta questi alimenti:

  • Latte;
  • Pasta;
  • Riso;
  • Proteine (uova, carne, pesce);
  • Frutta secca;
  • Oli sani (olio d’oliva);
  • Miele;
  • Cereali.

Se invece sei in sovrappeso e fatichi moltissimo a dimagrire, potresti trovarti nella situazione opposta. La ghiandola non riesce a produrre una dose adeguata di ormoni, per cui il tuo medico potrà decidere di prescriverti una terapia ormonale aggiuntiva (ad esempio Eutirox).

Una dieta equilibrata è comunque fondamentale. Ti consiglio di fare pasti meno abbondanti e di svolgere una buona dose giornaliera di esercizio fisico. Evita i grassi e gli alimenti ricchi di fibre.

Mangia frutta, verdura e cibi poveri di grassi.

Non dimentichiamoci, comunque, che in entrambi i casi è importante assumere una quantità di iodio che soddisfi la dose giornaliera consigliata pari a 150 microgrammi per gli adulti, mentre per i bambini fino ad 11 anni la dose varia in base all’età.

Ti ricordo che ci sono degli alimenti che ne contengono più di altri, ad esempio crostacei o anche il semplice merluzzo, e che possiamo trarre questo tipo di beneficio anche dal sale iodato. Se il mio articolo ti è stato utile, condividilo con i tuoi amici.

Gli ortaggi sono e devono essere una colonna portante nella nostra alimentazione, i benefici ottenuti dalla loro assunzione sono documentati in migliaia di studi scientifici. Se poi questi ortaggi sono di nostra produzione,  saranno presenti ancora più sostanze nutritive rispetto a quelli che acquistiamo.

 

L’intera procedura richiede molto tempo, ma questi ortaggi miglioreranno la tua salute e offriranno numerosi vantaggi. Inoltre non hai bisogno di avere un orto, puoi farle crescere dentro casa e risparmiare fior di quattrini!

I tuoi ortaggi avranno bisogno di concime fresco, di essere innaffiati regolarmente e abbastanza luce.

Aglio

I germogli d’aglio possono crescere da uno spicchio di aglio. Puoi aggiungere i nuovi germogli di aglio ad insalate o pasta per avere un sapore più delicato. Devi metterli in un bicchiere con un po’ d’acqua quando cominciano a germogliare.

Coriandolo

Gli steli di coriandolo cresceranno se messi  in un bicchiere d’acqua. Quando le radici saranno abbastanza lunghe, puoi trasferire la pianta su una pentola piana. Assicurati di posizionarla in una stanza sufficientemente illuminata. In pochi mesi le nuove piante saranno completamente cresciute.

Lattuga Romana

Per crescere una lattuga romana, utilizza la parte inferiore di una testa di lattuga. Metti i ceppi di lattuga romana in ½ litro d’acqua. Dopo un paio di giorni, quando compariranno le nuove radici bisogna trasferire la lattuga nel terreno. I cavoli possono essere coltivati allo stesso modo.

Carote

Puoi coltivare le carote verdi dalla loro parte superiore. Metti la parte superiore della carota in un piatto con dell’acqua. Appoggia il piatto su di un davanzale vicino ad una finestra o in una stanza con molta luce. Le carote verdi sono leggermente più grandi, ma puoi utilizzarle in insalate solo se accompagnate da aglio e addolcite con l’aceto.

Scalogno

Lo scalogno per ricrescere utilizza le sue vecchie radici. Devi lasciare un centimetro dello scalogno attaccato alle radici, e metterlo in un bicchiere d’acqua. Posiziona il bicchiere in una stanza ben illuminata.

Sedano

Utilizza la parte inferiore del sedano. Taglia la base e mettila in un piattino o in una ciotola poco profonda, posiziona il recipiente al sole. Con il passare del tempo le foglie cresceranno e dopo 3 giorni puoi trasferirle nel terreno.

La cannella è un condimento molto diffuso, dall’aroma e dal sapore inconfondibili. Ma non solo, viene usato anche nella medicina naturale e tradizionale, a causa dei suoi grandissimi benefici.

 

Ricca di fibra, la cannella è una grandissima fonte di calcio e ferro. Basta un pizzico di cannella per godere di tutti i suoi benefici.

Ecco cosa può fare la cannella in polvere per il nostro corpo, entro 45 minuti dall’averla consumata:

  • Il corpo risponde all’insulina in modo più efficace. I livelli di zucchero nel sangue vengono regolati
  • Viene favorita la digestione, alleviando di conseguenza il mal di stomaco
  • Riduce e combatte la proliferazione di cellule tumorali nel nostro organismo
  • Si crea un effetto anticoagulante che migliora la circolazione del sangue
  • Possiede un effetto calmante, ottimo per i dolori da artrite
  • Si evita la proliferazione dei batteri degli alimenti
  • Aumentano funzione cognitiva e memoria (consigliato per le persone che soffrono di Alzheimer e Parkinson)
  • Si prevengono malattie cardiache, migliorano le funzioni del colon
  • Il corpo ottiene più energia, si combatte la stanchezza e rivitalizza l’organismo
  • Diminuiscono i danni ai tessuti
  • Si riduce la crescita delle cellule tumorali e la formazione di vasi sanguigni nei tumori

Per consumare la cannella in polvere, puoi aggiungerne un cucchiaino al caffè mattutino, così come al succo di limone o di qualsiasi altro frutto, al latte o al tè. Puoi anche mescolare un cucchiaino di cannella con uno di miele. L’importante è aggiungere la cannella alla nostra dieta quotidiana.

fonte

Ecco Cosa Mangiare Se Soffri Di Disfunzioni Alla TIROIDE

Commenta