Ecco cosa succede al grasso addominale e alla glicemia quando assumi 2...

Ecco cosa succede al grasso addominale e alla glicemia quando assumi 2 cucchiai di olio di cocco

12889
0
SHARE

Da una parte, l’olio di cocco è considerato il moderno “supercibo”, mentre oggi, è uno dei cibi più discutibili sul mercato.

Parlando dell’olio di cocco, le persone si dividono in tre gruppi:

Chi non lo mangerebbe mai perché è pieno di grassi saturi e dicono erroneamente che questi grassi possono portare a patologie cardiache. Questo è completamente sbagliato.
Chi conosce gli effetti benefici di questo rimedio, ma non lo mangia per il suo alto contenuto di calorie. Queste persone sono state ingannate pensando che tutte le calorie sono uguali, il che è sbagliato.
Chi utilizza l’olio di cocco per tutto, il che è assolutamente giusto.
Questo articolo dimostrerà che mangiare almeno due cucchiai di olio di cocco ogni giorno può aiutarvi a perdere peso e a migliorare la vostra salute.

1° motivo : l’olio di cocco facilita la perdita di peso
È vero che 1 cucchiaio di olio di cocco contiene 120 calorie, ma queste calorie non producono gli stessi effetti che producono le 120 calorie dell’olio di canola.

Il punto è che cibi diversi producono effetti diversi sui nostri ormoni e sul metabolismo. Se mettete in relazione l’olio di cocco con altri cibi e grassi, vedrete che è più termogenico, ossia aumenta la quantità di energia bruciata dell’organismo. In sostanza, più olio di cocco mangerete e più calorie brucerete.

In realtà la perdita di peso dipende da due cose:

La prima cosa è avere una carenza di calorie. Questo non significa consumare meno calorie e fare più esercizio, ma mangiare cibi che potenziano il metabolismo e non alimenti che lo sopprimono, che non solo nutrono il nostro organismo, ma aiutano anche i vostri muscoli a bruciare il grasso in eccesso.
La seconda cosa, essenziale per perdere peso, è l’equilibrio ormonale. Ciò significa assicurare un buon funzionamento agli organi interni, specialmente della tiroide e del fegato.
L’olio di cocco rispetta entrambe i criteri – prepara il vostro corpo alla fase “brucia grassi” aiutando il vostro corpo a bruciare più calorie di quante ne assumete, e supporta una buona funzionalità della tiroide e del fegato.

Perciò, mangiate l’olio di cocco e bruciate grasso!

2° motivo: l’olio di cocco migliora la salute
Le proprietà medicinali dell’olio di cocco sono innegabili. Oltre ad essere uno dei più forti antiossidanti a ridurre gli effetti dei radicali liberi e a prevenire lo stress ossidativo, l’olio di cocco ha una lunga lista di altre proprietà benefiche:

Anti-batteriche: combatte i batteri legati a patologie delle gengive, infezioni della cavità orale, infezioni del tratto urinario e ulcere.

Anti-tumorali: inibisce lo sviluppo di un tumore mentre rinforza il vostro sistema immunitario.

Anti-fungine: elimina i funghi e le micosi che causano infezioni.

Antinfiammatorie: riduce le infiammazioni nel corpo e ripara i tessuti danneggiati.

Anti-microbiche: elimina microbi dannosi e riduce l’insorgere di infiammazioni.

Anti-ossidanti: riduce il danno ossidativo dei radicali liberi.

Anti-retrovirali/parassiti/protozoi/virali: combatte HIV e HTLV-1, elimina i pidocchi, il verme solitario e altri parassiti, infezioni protozoiche, distrugge i virus che portano l’influenza, l’herpes, morbillo. AIDS, epatiti ed altro.

Assumete circa due cucchiai di olio di cocco può migliorare il vostro benessere in innumerevoli modi.

3° motivo: l’olio di cocco controlla il flusso sanguigno e i livelli di insulina
Anche se l’olio di cocco, che è un grasso, non ha un impatto diretto sui livelli del flusso sanguigno, esso ha un effetto indiretto perché aiuta il glucosio ad entrare nelle vostre cellule, perciò rallenta e riduce i livelli di insulina nel sangue.

Il punto è che il grasso salutare nell’olio di cocco è di vitale importanza per controllare i livelli di zucchero nel sangue. Esso rallenta la digestione alzando i livelli di glicemia del vostro pasto, perciò supporta un saldo flusso di energia dal vostro cibo. Per essere più specifici, quando l’olio di cocco è combinato con un pasto ricco di carboidrati, abbatte i carboidrati nel glucosio più lentamente, perciò assicura dei livelli stabili di zucchero nel sangue dopo i pasti.

L’olio di cocco comprende una catena media di acidi grassi, in opposizione ai moderni oli vegetali come l’olio di fagioli di soia, di mail, e l’olio di canola. Questi contengono delle lunghe catene di acidi grassi. Il punto è che gli oli con delle catene di acidi grassi lunghe, possono ridurre l’abilità delle cellule di assorbire lo zucchero del sangue. In questo modo si innesca una resistenza all’insulina e il diabete.

4° motivo: l’olio di cocco riduce il rischio di patologie cardiache
Secondo la ricerca, le nazioni che hanno l’olio di cocco come parte integrante della loro dieta sono meno soggetti a patologie cardiache. Uno studio sui Polinesiani che assumono più del 60% delle loro calorie dall’olio di cocco, ha mostrato che questa nazione è in sorprendente salute con nessuna testimonianza di malattie cardiache. Un’altra popolazione in Papua Nuova Guinea, che vive di olio di cocco e altri cibi a base di cocco, hanno rari casi di infarti e malattie cardiache.

D’altra parte, nei Paesi Occidentali le malattie cardiache sono state la cause più rilevanti di morte negli ultimi 60 anni.

Opposti agli acidi grassi polinsaturi degli oli, l’olio di cocco non ossida quando esposto all’ossigeno, alla luce o al fuoco. Ciò significa che non danneggia le arterie. Dunque includere l’olio di cocco nella vostra dieta è vivamente consigliato, specialmente se nella vostra famiglia sono comuni le patologie cardiache.

fonte

Ecco cosa succede al grasso addominale e alla glicemia quando assumi 2 cucchiai di olio di cocco

Commenta