I suoi figli sono disabili: organizza una raccolta fondi per le cure,...

I suoi figli sono disabili: organizza una raccolta fondi per le cure, poi l’urlo dsperato

14031
0
SHARE

I suoi figli sono disabili e da anni si trova a dover lottare da solo contro tutto e tutti. E’ la storia di Francesco Abate, siamo a Ventimiglia. Tre dei suoi quattro figli convivono con gravi problemi di salute. Il genitore ha così deciso di organizzare una raccolta fondi per poter pagare alcune cure in Messico. Il primogenito di Francesco, oggi 14enne, è nato idrocefalo, mentre i due, i gemellini che a dicembre compiranno cinque anni, convivono anch’essi con gravi patologie che ne minano l’apprendimento e la capacità motoria.

A complicare ancor più la difficile situazione il fatto che entrambi i genitori sono disoccupati e costretti a percepire la pensione d’invalidità dei piccoli ed un piccolo sussidio del Comune ligure, che però da alcuni mesi è stato revocato.

Dopo aver perso il lavoro, infatti, la famiglia fu costretta ad andare a vivere a casa del fratello di Francesco, dove in un solo appartamento vivevano dieci persone. Nel frattempo però l’uomo doveva continuare a far monitorare le precarie condizioni di salute dei suoi gemellini.

Per tutto questo tempo, lui e Samantha, la moglie, hanno fatto la spola tra l’ospedale Gaslini di Genova e un centro specialistico di Lecco, alveno fino alla brutta sorpresa di questa estate:  i medici avevano abbandonato ogni speranza di veder camminare i bimbi, e al ritorno in Liguria alla famiglia è stato negato il trasporto in ambulanza perché i piccoli possono respirare autonomamente. Questo l’ulrlo del genitre su facebook

Io vorrei scrivere alle nostre istituzioni il primo al nostro governatore della regione Liguria Giovanni Toti di mettersi a posto nostro come uomo ma prima come padre x far capire come ci si sente un genitore con 4 figli. io e mia moglie disoccupati con due dolci gemelli ma disabili purtroppo nn vi vergognate a continuare a fare tagli sui nostri comuni ? noi genitori nn ce la facciamo dobbiamo affrontare spese su spese io vivo con i soldi che danno come accompagnatore dei miei figli voi ne avete coscenza che continuando così ci state sotterrando? nn vi viene la vergogna? me lo deve spiegare il perché sempre con i più deboli. mi sono rotto di tutti sti soprusi che ci state facendo”

fonte

I suoi figli sono disabili: organizza una raccolta fondi per le cure, poi l’urlo dsperato

Commenta