INSEGNERÒ A MIA FIGLIA A NON ESSERE SUPERFICIALE. LE DIRÒ CHE NON È UN TATUAGGIO O UN PIERCING A RENDERTI UN POCO DI BUONO.

C_4_articolo_2111000__ImageGallery__imageGalleryItem_1_image

Le dirò che non è una canna o una birra a renderti un drogato o un alcolizzato. Le insegnerò a non giudicare e a non dar peso ai giudizi degli altri. Le dirò di vivere la vita come crede, come vuole, ascoltando consigli ma non dipendendo da nessuno. Le insegnerò ad amare, a rispettare tutti e le dirò di far l’amore solo quando saranno in due a volerlo. Le dirò di non abbassare mai la testa, e di guardare le difficoltà negli occhi e sfidarle. Le dirò di non fidarsi di nessuno ma di provare a conoscere tutti. Le insegnerò a non abbattersi mai e andare avanti sempre. Perché la vita è sempre uguale. Il mondo è sempre uguale. Ma è comunque importante sapere in che modo affrontarlo. Insegnerò a mia figlia a non essere come gli altri, a sapersi distinguere.

Commenta

Lascia un commento