La menopausa è reversibile. Scoperta la tecnica per ripristinare le mestruazioni

La menopausa è reversibile. Scoperta la tecnica per ripristinare le mestruazioni

73738
0
SHARE

Le donne che hanno già superato la menopausa possono essere in grado di avere figli a seguito di un trattamento con il plasma di solito usato per guarire le ferite
La MENOPAUSA non deve essere la fine della fertilità. Un team sostiene di aver trovato un modo per ringiovanire le ovaie in post-menopausa, consentendo loro di rilasciare uova fertili. Lo rivela il New Scientist.
Il team riferisce di aver messo a punto una tecnica con la quale si è riattivata la mestruazione nelle donne in menopausa. Anche di una donna che non aveva le mestruazioni da cinque anni. Se i risultati si moltiplicheranno, la tecnica può aumentare la fertilità in calo nelle donne anziane, permettono alle donne in menopausa precoce di rimanere incinte, aiutando ad evitare gli effetti nocivi per la salute dirante menopausa.
“Le donne in menopausa saranno in grado di avere una gravidanza utilizzando il proprio materiale genetico,” afferma Konstantinos Sfakianoudis, un ginecologo della clinica della fertilità greca Genesis Athens.
Tale scoperta apre anche questioni etiche sul limite massimo di età delle madri.
Le donne nascono con un determinato numero di uova. Tra la pubertà e la menopausa, questo numero diminuisce costantemente; con la fertilità hanno un picco nei primi anni ’20. Intorno ai 50 anni, quando si verifica normalmente la menopausa, le ovaie smettono di rilasciare le uova – ma la maggior parte delle donne sono già sterili a questo punto, in quanto l’ovulazione diventa più frequente nella fase di preparazione.
“La menopausa arriva fin troppo presto per molte donne”, riferisce Sfakianoudis.
L’età della maternità si sta alzando, e più donne scelgono di avere figli intorno ai 40 anni rispetto al passato. Ma, quando le donne ritardano la gravidanza, si trovano in difficoltà a restare incinte.
Le donne che sperano di concepire più tardi nella vita si rivolgono sempre più alla fecondazione in vitro e al congelamento delle uova, ma non sono un’opzione affidabile.
Nell’1% delle donne si verifica anche la menopausa precoce prima dei 40 anni, sia a causa di una condizione medica o per alcuni trattamenti contro il cancro.
Per far tornare indietro l’orologio della fertilità per le donne che hanno sperimentato menopausa precoce, Sfakianoudis e i suoi colleghi hanno utilizzato un trattamento del sangue che viene utilizzato per aiutare la guarigione delle le ferite.
Il plasma ricco di piastrine (PRP) è realizzato mediante centrifugazione di un campione di sangue di una persona per isolare fattori di crescita – molecole che attivano la crescita dei vasi sanguigni e tessuti. È utilizzato per accelerare la riparazione delle ossa e dei muscoli danneggiati, anche se la sua efficacia non è chiara. Il trattamento può funzionare stimolando la rigenerazione dei tessuti.
La squadra di Sfakianoudis ha scoperto che PRP sembra anche ringiovanire ovaie più anziani, e ha presentato alcuni dei loro risultati presso la Società Europea di Riproduzione Umana ed Embriologia nella riunione annuale a Helsinki, in Finlandia. Quando hanno iniettato PRP nelle ovaie delle donne in menopausa, i loro cicli mestruali sono riavviati, e ha permesso loro di raccogliere e fecondare le uova che erano stati rilasciati.
“Ho avuto un paziente la cui menopausa era avvenuta cinque anni fa, all’età di 40”, dice Sfakianoudis. Sei mesi dopo che la squadra ha iniettato PRP nelle sue ovaie, ha avuto il suo primo periodo da quando era in menopausa.
La squadra di Sfakianoudis da allora è stato in grado di raccogliere tre uova da questa donna. I ricercatori dicono di aver fecondato con successo due utilizzando lo sperma del marito. Questi embrioni sono ora congelati – la squadra è in attesa fino a quando saranno fecondati tre prima di impiantare alcuni nel suo utero.
La squadra non è ancora certa di come funziona questa tecnica, ma ritengono probabile che il PRP stimola le cellule staminali. Alcune ricerche suggeriscono che un piccolo numero di cellule staminali continui a produrre nuove uova per tutta la vita di una donna, ma non se ne sa molto ancora. È possibile che i fattori di crescita incoraggino tali cellule staminali a rigenerare il tessuto e produrre ormoni dell’ovulazione.
Il tema di di Sfakianoudis ha dato somministrato PRP a circa 30 donne di età compresa tra 46 e 49, che vogliono avere figli. I ricercatori sono riusciti a isolare e fecondare le uova della maggior parte di loro.
“Sembra funzionare in circa due terzi dei casi”, dice Sfakianoudis. “Vediamo i cambiamenti nei modelli biochimici, un ripristino delle mestruazioni, il reclutamento uovo e la fecondazione.” La sua squadra non ha ancora impiantati gli embrioni in donne in post-menopausa, ma spera di farlo nei prossimi mesi.
PRP è già stato utile per la gravidanza in un altro gruppo di donne, dice Sfakianoudis. Circa il 10 per cento delle donne che cercano un trattamento di fertilità nella sua clinica hanno un utero su cui gli embrioni trovano difficile innestarsi, a causa di cisti, cicatrici da aborti o di avere un sottile rivestimento uterino. “Essi sono i più difficili da trattare”, dice Sfakianoudis.
Ma dopo l’iniezione di PRP negli uteri di sei donne che avevano avuto aborti multipli e falliti tentativi di fecondazione in vitro, tre sono rimase incinta attraverso la fecondazione in vitro. “Ora sono nel loro secondo trimestre”, dice Sfakianoudis.
Fertilità a parte, la tecnica potrebbe anche essere auspicabile per le donne che non stanno cercando di concepire. I cambiamenti ormonali che innesca la menopausa possono anche rendere il cuore, la pelle e le ossa più vulnerabili all’invecchiamento e la malattia, mentre le vampate di calore possono essere molto sgradevoli. Molte donne sono riluttanti a intraprendere la terapia ormonale sostitutiva per ridurre i sintomi, a causa del suo legame con il cancro al seno. Ringiovanire le ovaie con PRP potrebbe fornire un modo alternativo per aumentare la fornitura di ormoni giovanili, ritardando i sintomi della menopausa.
Per sapere se la tecnica realmente migliora la fertilità, la squadra dovrà anche svolgere studi randomizzati, in cui ad un gruppo di controllo non è dato PRP.
Se la tecnica non regge sotto ulteriori indagini, si potrebbero sollevare questioni etiche sui limiti di età per le gravidanze.
Problemi di salute come il diabete gestazionale, preeclampsia e aborto spontaneo sono tutti più comune nelle donne anziane.
Fonte:http://www.retenews24.it/la-menopausa-reversibile-scoperta-la-tecnica-ripristinare-le-mestruazioni

Commenta