“Quella donna mi ha staccato la guancia a morsi”

L’avevano soprannominata “animale selvatico”, e l’appellativo aveva un suo perché: Claire McCluskey, 30 anni, aveva infatti privato una donna della facoltà di sorriderle dopo averle letteralmente strappato a morsi un pezzo del viso per poi sputarlo a terra. Ora, però, la donna è riuscita a evitare il carcere, per un motivo che Oltremanica sta molto facendo discutere: è in attesa del secondo figlio. L’aggressione ai danni della povera Kate Nield, di appena 27 anni, era avvenuta lo scorso febbraio durante una lite per un uomo a un party in quel di Southport, Merseyside, vicino a Liverpool. La giovane, madre a sua volta di due figli e assistente sociale, era stata ricoverata in ospedale con un pezzo di guancia mancante. A staccarglielo a morsi era stata appunto McCluskey in un accesso di ira (unita all’ebbrezza da alcolici). Nield è stata poi sottoposta a una serie di operazioni per la ricostruzione della parte di guancia mancante.

Al Daily Mail, la vittima ha raccontato che McCluskey era diventata sempre più aggressiva a causa dell’alcol, e a un certo punto l’ha presa a morsi. La Nield è stata subito ricoverata all’ospedale di Southport, mentre la donna che l’ha aggredita era inizialmente riuscita a farla franca scappando via, salvo poi essere rintracciata dalla Polizia. Trasferita poco dopo all’ospedale di Whiston, la giovane è stata sottoposta al primo intervento durato un’ora, in cui le è stato trapiantato un pezzo di pelle preso dalla parte superiore del braccio. Purtroppo, però, i segni della violenza subita le rimarranno addosso per tutta la vita. Parlando dell’incidente, Nield ha detto al Liverpool Echo: “Era come una pazza furiosa. Mi ha morso e ha staccato un pezzo della mia faccia. C’era sangue dappertutto. E’ quel genere di cose che solo un animale è in grado di fare”. Keeley Fletcher, un amico di Nield che era con lei alla festa incriminata, ha poi creato una pagina du GoFundMe per aiutare la malcapitata e le sue figlie, di sette e 10 anni. Ora la doccia fredda: McCluskey, rea confessa condannata dalla Liverpool Crown Court a due anni di carcere per quella brutale aggressione, ha beneficiato della sospensione della pena perché in “dolce attesa”.

fonte

Commenta

Lascia un commento