Scopre che suo figlio è un bullo. Ma la reazione di questa...

Scopre che suo figlio è un bullo. Ma la reazione di questa madre scandalizza tutti.

24096
0
SHARE

I metodi educativi di questa mamma inglese hanno attirato l’attenzione del pubblico di Internet nelle ultime settimane. Quando scopre che il figlio Jacob tormenta una ragazzina a scuola, Terri, 30 anni, rimane scioccata e ovviamente molto delusa. Decide allora di menzionare il figlio in un post su Facebook in modo da dargli una lezione – certo, non con il mezzo di comunicazione più diretto, ma sicuramente quello che al momento è sotto gli occhi di tutti.

Sono davvero molto infastidita dal fatto che mio figlio, 12 anni, non si sia lasciato sfuggire l’occasione di calpestare il piede di una nuova ragazzina della scuola, usando tanta forza da romperle il tacco delle scarpe appena acquistate. Ti dico una cosa Jacob: se osi anche solo soffiare nella sua direzione o in quella di qualcun altro con un atteggiamento da bullo, ti porterò io stessa dai genitori della tua vittima, lasciando che siano loro a scegliere la punizione più adatta e la durata… Puoi anche dire addio ai soldi che hai ricevuto per il tuo compleanno, perché comprerai alla tua compagna una paio di scarpe nuove e un meraviglioso mazzo di fiori! #nonvogliounbulloincasamia“.

Più di 55.000 persone hanno messo un “mi piace” sul post di Terri, anche se, come al solito, c’è stato un dibattito piuttosto acceso nella sezione dei commenti: “Quel poverino di tuo figlio, questa storia gli rimarrà appiccicata addosso per un sacco di tempo. Uno sbaglio da dodicenne che adesso tutti conoscono” e “Anche mettere in mezzo tuo figlio su Facebook è una specie di atto di bullismo, forse ha imparato da te. Mi dispiace che tu non lo capisca”. Nel frattempo, la madre ha deciso di aggiornare il suo post, rimuovendo la menzione del figlio, ma aggiungendo:

Ultime notizie. Per rispondere ad alcune domande: esatto, mio figlio può vedere questo post, avevo aggiunto il suo nome prima che andasse virale (cosa che davvero non mi aspettavo sarebbe successa) perché i suoi amici potessero vedere che quanto aveva fatto aveva delle conseguenze. Non era un grande, un furbo, un duro o un tipo divertente. Lui è ancora un dodicenne che deve delle risposte a sua madre. Non mi interessa molto chi non condivide i miei metodi educativi. Mio figlio ha umiliato e messo in imbarazzo una ragazza, a prescindere dai motivi (che comunque erano che non si aspettava che la scarpe si sarebbe rotta, voleva solo farla inciampare); l’ha fatta piangere, e ricordiamoci che non conosciamo le ragioni per cui la ragazzina ha cambiato scuola, e se avesse cercato di allontanarsi da altri bulli? Pensate, in questo caso, che effetto terribile avrebbe provocato lo stupido gesto di mio figlio. Per cui, sinceramente, imbarazzarlo online è niente rispetto a quello che ha dovuto subire questa ragazzina, nuova a scuola, che è dovuta andarsene in giro con una scarpa rotta e gli occhi rossi dal pianto.

La madre ha, tuttavia, chiuso il suo discusso messaggio con una nota positiva:

PS: ovviamente mi sono seduta con mio figlio e abbiamo parlato del suo comportamento. Non l’ho semplicemente menzionato su Facebook perché leggesse quello che pensavo. E sono piuttosto sicura che si è trattato di un episodio isolato che non si ripeterà in futuro.

Voi cosa avreste fatto se vostra madre fosse arrivata a tanto quando avevate 12 anni?

Ognuno ha i suoi metodi educativi, ma per alcuni questa mamma ha esagerato a umiliare pubblicamente il figlio.

fonte

http://www.perdavvero.com/bullo/?ref=fb

Commenta