Sindrome del Tunnel carpale: come eliminarlo in 4 settimane e in modo naturale.

La sindrome del tunnel carpale si scatena quando il nervo mediano, che si estende dall’avambraccio fino alla mano, si comprime o si schiaccia all’altezza del polso. Il tunnel carpale è un corridoio di legamenti e ossa rigido e stretto, si trova alla base della mano ed ospita tendini e nervo mediano.
Se senti dolore costante, rigidità e formicolio che dal palmo della mano si estendono fino alle dita, forse soffri di sindrome del tunnel carpale.

La causa che scatena questa condizione può essere un’infiammazione, che può provocare una ostruzione del flusso sanguigno e dei segnali nervosi che dall’avambraccio arrivano fino alla mano.

sindrome del tunnel carpale ago pressione Diagnosi e trattamento sono particolarmente importanti per evitare un danno permanente al nervo mediano. Esistono esercizi e tecniche che puoi adottare

Alcuni accorgimenti nella nostra alimentazione sono importantissimi: eliminare zucchero e alimenti processati è indispensabile per ridurre l’infiammazione.

Per alleviare il dolore della sindrome del tunnel carpale è possibile applicare tecniche di agopressione ed auto-massaggi. Di seguito i 4 punti più importanti per il trattamento della sindrome del tunnel carpale.

Punto LI-4: Si trova a metà del muscolo fra il pollice e l’indice. Usa pollice ed indice dell’altra mano per effettuare una leggera pressione per circa 2 minuti. Sentirai una riduzione della rigidità della mano mentre applichi questa pressione.

Punto LI-5: Situato sul lato del polso, fra la base del pollice e l’osso del radio. Usa pollice ed indice dell’altra mano per applicare una leggera pressione su questo punto, per circa 2 minuti.

Punto LU-8: Si trova sul lato del polso, molto vicino al punto precedente ma più in avanti. Applica una leggera pressione per 2 minuti per ridurre la rigidità della mano.

Punto PC-7: Si trova al centro del palmo del polso, fra le linee di piegatura del polso, fra i tendini flessori. Applica una leggera pressione per 2 minuti.
Fonte:http://www.rimedio-naturale.it

Commenta

Lascia un commento